CompAir is a brand of Gardner Denver
Your Ultimate Source For Vacuum and Pressure
 
 
 

La compressione dell’aria
I tre diversi tipi di compressore

Compressore alternativo a stantuffo

Il compressore a stantuffo è uno dei primi compressori ideati, ma rimane il più versatile ed è ancora oggi un compressore molto efficiente. Nel compressore alternativo, uno stantuffo si sposta all’interno di un cilindro con moto alternativo, imposto da una biella collegata ad un albero motore. Se per la compressione lavora una sola faccia dello stantuffo, si parla di compressori ad effetto semplice. Se invece lavorano entrambe le facce dello stantuffo, superiore ed inferiore, si parla di compressori a doppio effetto.

I compressori a stantuffo sono molto versatili. Comprimono sia aria sia gas con alterazioni minime. Il compressore a stantuffo è l’unica tipologia in grado di comprimere aria e gas a pressioni elevate; un’applicazione tipica è quella per le bombole di aria respirabile.

Un compressore a stantuffo può avere un unico cilindro di bassa pressione/bassa portata, oppure può essere di tipo multistadio, per compressioni fino a pressioni molto elevate. In questi compressori, l’aria viene compressa passando per stadi successivi in cui la pressione raggiunta dall'aria alla fine della compressione assume valori via via crescenti.

Capacità di compressione:
La gamma dei compressori a stantuffo funziona con potenze da 0,75 kW a 420 kW (da 1hp a 563 hp) producendo una pressione di esercizio da 1,5 bar a 414 bar (da 21 a 6004 psi).

Applicazioni tipiche:
Compressione dei gas (GNC, azoto, gas inerti, gas da discariche controllate), Alta pressione (aria respirabile per bombole da immersione, analisi sismiche, circuiti di propulsione ad aria), formatura di bottiglie di P.E.T, Avviamento di motori, applicazioni industriali



Animazione di un compressore rotativo a stantuffo
- Clicca qui per visualizzare i compressori a stantuffo CompAir


Compressori rotativi a vite

Il compressore a vite è un compressore volumetrico in cui la compressione dell’aria avviene grazie a delle viti; questo è il tipo di compressore attualmente più usato. I componenti principali di un compressore a vite sono dei rotori maschio e femmina che si muovono l’uno contro l’altro, diminuendo il volume compreso tra questi elementi ed corpo del compressore. Il rapporto di compressione dipende dalla lunghezza e dal profilo della vite e dalla forma del foro di scarico.

La vite non è dotata di valvole e non sono presenti forze meccaniche che possono creare squilibri. Questo tipo di compressore può raggiungere velocità dell’albero elevate e combinare portate elevate con ingombri esterni ridotti

Capacità di compressione:
la gamma di compressori rotativi a vite CompAir funziona con potenze da 4 kW a 250 kW (da 5 a 535 hp), producendo una pressione di esercizio da 5 bar a 13 bar (da 72 a 188 psi).

Applicazioni tipiche:
alimenti e bevande, fabbriche di birra, esercito, aerospazio, automotive, industria, elettronica, produzione, petrolchimica, medicina, ospedali, farmaceutica, strumentazione



Animazione di un compressore rotativo a vite
- Clicca qui per visualizzare i compressori rotativi a vite CompAir


Compressori rotativi a palette

Il compressore a palette si basa su una tecnologia tradizionale, consolidata e di comprovata efficacia. Esso funziona con trasmissione diretta ad una velocità molto bassa (1450 giri/min), offrendo un’affidabilità senza pari. Il rotore, l’unica parte in continuo movimento, presenta una serie di scanalature lungo tutta la sua lunghezza, nelle quali si innestano le palette che scorrono su un leggero strato di olio.

Il rotore ruota all’interno di uno statore cilindrico. Durante la rotazione, la forza centrifuga spinge le palette fuori dalle scanalature, formando singole celle di compressione. Come conseguenza della rotazione, il volume delle celle diminuisce progressivamente provocando l’aumento della pressione dell’aria al loro interno.

Il calore generato dalla compressione viene controllato dall’iniezione di olio pressurizzato.

L’aria ad alta pressione viene mandata attraverso il foro di uscita, mentre le tracce di olio residue vengono eliminate dal separatore d’olio finale.

Capacità di compressione:
I compressori a palette CompAir funzionano tra 1,1 kW a 75 kW (da 1,5 a 100 hp), producendo pressioni di esercizio da 7 a 8 e 10 bar (da 101 a 145 psi).

Applicazioni tipiche:
OEM, stampa, applicazioni pneumatiche, laboratori, applicazioni dentistiche, strumentazione, macchine utensili, packaging, robotica



Animazione di un compressore rotativo a palette
- Clicca qui per visualizzare i compressori rotativi a palette Hydrovane